Food Design – Test n°4 – 2008-09

25 settembre 2009 Share
   

POLITECNICO DI MILANO, BOVISA.

Food-design

Milano, martedì 29 settembre 2009.

(foglio nr. uno)

Numerare e riportare il cognome sui fogli di seguito.

Test nr. quattro

_______________________________________________

_______________________________________________

Cognome Nome Corso di Laurea Matricola

Indicare la somma degli eventuali punti guadagnati con le esercitazioni: ____________

(N.B. – A questo test è possibile rispondere, oltre che in lingua italiana, in inglese, francese, spagnolo e portoghese.)

****************

Domanda numero uno. 
Lo studente commenti questa constatazione: 
Se provassimo a sommare tutte le proibizioni del mondo a proposito di cibo, a partire da quelle di natura religiosa per finire a quelle legate al gusto o alle circostanze dell’ambiente naturale, l’umanità morirebbe di fame in una generazione. 

Domanda numero due.
Cosa implica questa affermazione:  Si può definire il food-design come una semiotica della cultura materiale rivolta all’analisi dei segni e delle tracce che compongono gli atti alimentari in previsione di un progetto.      

Domanda numero tre.
Come possono essere definite le filiere alimentari negli studi di Kurt Lewin sulle politiche della comunicazione legata all’apprezzamento di un alimento? 

Domanda numero quattro.
Nel giudicare un acquisto alimentare in che ordine mettete questi quattro parametri (costo, salute, sapore, status) e perché?  Quali circostanze possono cambiare l’ordine scelto? 

Domanda numero cinque.
Che cosa dice la legge di (Wilhelm) Weber a proposito della sensazione?

 

 

POLITECNICO DI MILANO, BOVISA.

Food-design

Milano, martedì 29 settembre 2009.

(foglio nr. uno)

Numerare e riportare il cognome sui fogli di seguito.

Test nr. quattro

_______________________________________________

_______________________________________________

Cognome Nome Corso di Laurea Matricola

Indicare la somma degli eventuali punti guadagnati con le esercitazioni: ____________

(N.B. – A questo test è possibile rispondere, oltre che in lingua italiana, in inglese, francese, spagnolo e portoghese.)

****************

Domanda numero uno. 
Che cos’è il riflesso innato gusto-facciale?  Che cosa lo modifica nel tempo? 

Domanda numero due.
Lo studente commenti questa affermazione:  Scoprono le sostanze psicotrope solo i popoli che le cercano e ogni popolo cerca quelle che gli sono più congeniali culturalmente. 

Domanda numero tre.  
Che cosa comporta la convinzione che il “colui-che-mangia” assorbe per analogia i caratteri del mangiato assorbendone la sostanza? 

Domanda numero quattro. 
Quali sono i quattro principali step che articolano il design degli atti alimentari nell’ambito dell’agro-alimentare? 
  
Domanda numero cinque.
Che cosa hanno in comune questi sei alimenti, noodles, sushi, chili con carne, pizza, cuscus?  Che cosa consegue a questa “comunanza”? 

 

 

POLITECNICO DI MILANO, BOVISA.

Food-design

Milano, martedì 29 settembre 2009.

(foglio nr. uno)

Numerare e riportare il cognome sui fogli di seguito.

Test nr. quattro

_______________________________________________

_______________________________________________

Cognome Nome Corso di Laurea Matricola

Indicare la somma degli eventuali punti guadagnati con le esercitazioni: ____________

(N.B. – A questo test è possibile rispondere, oltre che in lingua italiana, in inglese, francese, spagnolo e portoghese.)

****************

Domanda numero uno. 
Che cosa significa il fatto che attraverso lo studio del sistema alimentare è possibile delineare l’organizzazione sociale di un popolo? 

Domanda numero due.
Perché l’analisi del tempo alimentare è così importante per lo studio della convivialità e che cosa comporta la sua progressiva rarefazione?  

Domanda numero tre. 
Che cosa implicano le spinte neofile e quelle neofobiche nello stile di vita di colui che mangia? 

Domanda numero quattro.      
In base a quali considerazioni Claude Lévi-Strauss è arrivato a considerare il ripudio dell’incesto e la gestione del fuoco come gli elementi fondativi del passaggio dallo stato di natura a quello di cultura? 

Domanda numero cinque.   
Lo studente leghi l’etica del desiderio, che contraddistingue la società occidentale moderna, al finger food (le mani al posto del piatto), ed esprima un giudizio su questo carattere edenico legato ad una sorta di zapping del gusto. 

 

 

POLITECNICO DI MILANO, BOVISA.

Food-design

Milano, martedì 29 settembre 2009.

(foglio nr. uno)

Numerare e riportare il cognome sui fogli di seguito.

Test nr. quattro

_______________________________________________

_______________________________________________

Cognome Nome Corso di Laurea Matricola

Indicare la somma degli eventuali punti guadagnati con le esercitazioni: ____________

(N.B. – A questo test è possibile rispondere, oltre che in lingua italiana, in inglese, francese, spagnolo e portoghese.)

****************

Domanda numero uno. 
Quali alimenti concorrono a modificare la sensazione gustativa?  Come opera la sinestesi nell’ambito degli atti alimentari? 

Domanda numero due. 
Nel giudicare un acquisto alimentare in che ordine mettete questi quattro parametri (costo, salute, sapore, status) e perché?  Quali circostanze possono cambiare l’ordine scelto? 

Domanda numero tre. 
I quotidiani parlano di food around the clock
In che senso lo street food concorre alla de-sincronizzazione dei tempi sociali nelle città?   

Domanda numero quattro.
Perché nel food-design si deve tendere ad analizzare con la massima attenzione sia le risposte edonomiche del soggetto-consumatore che gli esiti delle rappresentazioni mentali suscitati dal prodotto progettato?    

Domanda numero cinque.   
Lo studenti commenti l’importanza di questa affermazione:  “Lo street food a New York delinea meglio di molti altri strumenti d’indagine la composizione etnica dei suoi quartieri.” 

Non è più possibile lasciare commenti.